Archivi categoria: esposizioni

San Donà Orchidee a Teatro 2017

San Donà di Piave invasa dalle orchidee

Non si era mai vista un’esposizione così! Un grande successo. Oltre 250 orchidee esposte dai soci della  FIO e ATO e  tre conferenze, riuscitissime e molto seguite dal pubblico hanno fatto da completamento. In particolare sono state una bella novita’ le lezioni di Franco Bonacorsi sul metodo Kokedama e di Dino Carpene’ sulla cura delle orchidee. Le immagini parlano da sole, altre le potrete trovare nella pagina Fio di Facebook, compreso il video già visualizzato da 1,6 mila persone. L’esposizione in concomitanza con quella di San Daniele, sempre organizzata dalla FIO, ha visto premiata come migliore pianta dell’esposizione il Dendrobium Rambow Dance coltivato dall’amico Gianni Faccioli. Medaglia d’oro per una fioritura spettacolare di Encyclia bractscens coltivata dall’amico Vice Presidente FIO Dino Zanardo, solo per segnalare le due migliori, ma la qualità delle piante esposte ha messo a dura prova i Giudici FIO.

San Daniele Orchidea 2017-7^ Edizione

Eleganti, delicate, misteriose le orchidee incantano il pubblico a San Daniele.

21 e 22 aprile 2017 due giorni da ricordare per la Federazione Italiana Orchidee. La realizzazione di San Daniele Orchidea  patrocinata dal Comune di San Daniele del Friuli, (presente all’inaugurazione il Vice Sindaco Avv. Consuelo Zanini)   e da Pro San Daniele alla sua 7^ edizione è stato un evento che ha lasciato il segno; l’impegno organizzativo della FIO è stato ben ripagato e l’esposizione  ha lasciato a bocca aperta i molti visitatori nell’ammirare esemplari di rara qualità. Le immagini sono ben rappresentative. La sorpresa quest’anno è stata  la grande partecipazione del pubblico sempre molto numeroso nei due giorni della mostra, a detta del pubblico è stata una delle migliori mostre di orchidee svoltesi a San Daniele.

Esposizione a Cappella Maggiore 2017

Esposizioni Federazione Italiana Orchidee-Fio 2017

Seconda mostra del 2017.  Molto interessanti le specie esposte, seppure ad una sola settimana dalla mostra di Treviso, anche questa ci ha dato modo di osservare delle belle e rare orchidee che si vedono solo in particolari occasioni, come un bel Dendrobium unicum, e alcune piante di Guarianthe skinneri, (fiore nazionale del Costarica), chiamato in patria il fiore di San Sebastian, sempre puntuali nella loro fioritura primaverile.

Un plauso alla Pro Loco di Cappella Maggiore è d’obbligo, sia per l’accoglienza che per la dedizione allo stand gastronomico dalla  eccezionale  cucina. D’altra parte si sa,  Cappella Maggiore è un posto  noto e speciale, ricco di storia e cultura ai piedi dell’Altopiano del Cansiglio (1500 mt) che merita di essere visitato anche per un’escursione alla sua foresta, una tra le più  ben conservate in italia.

 

Zanatta arreda il verde – Esposizioni 2017

Ottima la prima – Esposizione FIO – Zanatta arreda il verde 2017

La prima mostra Fio del 2017, un successo e non solo a livello espositivo, basta guardare questa selezione di foto per capire la qualità di questa esposizione.

La Floricoltura Zanatta non e’ un normale Garden è una realtà che coniuga la passione per la natura e la coltivazione del bello. Per quanti Garden abbiate modo di visitare difficilmente potrete trovarne uno più fornito di orchidee con specie botaniche e cloni di incroci selezionati a prezzi molto contenuti. L’accoglienza dei titolari è esemplare ed unica. Un plauso è d’obbligo. Quanto all’esposizione penso che sia stato un grande successo per la qualità e il valore botanico delle specie esposte.  Non perdetevi le prossime esposizioni organizzate o con la partecipazione della FIO, sarà un’emozione continua ed impagabile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Esposizione al Garden Zanatta 2016

Garden Zanatta Treviso 2016

Un gran bella mostra con la  moltissimi appassionati che hanno assistito a questa esposizione unica nel suo genere.

A due passi dal Centro di Treviso in via Gelsomini, 1A, un Garden  fuori dal comune con piante speciali, orchidee anche botaniche, piante orticole provenienti da selezioni rare e che non si trovano facilmente. Quando entrate vedrete un garden creato da amanti del verde e della natura. Da visitare.

Accadde dieci anni fa

Carceri-PD 30 settembre – 1° ottobre 2006

Una bella Mostra da ricordare eravamo ospiti del IX miting dell’A.I.P.C.
(Associazione Italiana Piante Carnivore), tenutosi nei locali e chiostri cinquecenteschi dell’abbazia.

 

San Daniele del Friuli e Cappella Maggiore 2016

Due mostre in contemporanea.

Grazie alla grande disponibilità di Dino Zanardo  Vicepresidente FIO (Federazione Italiana Orchidee)    e di Ezio Carbonere Consigliere FIO e curatore coreografico dell’esposizione, si è riusciti a fare due mostre superlative ed in contemporanea, cose da non credere eppure è successo.

Foto Cappella Maggiore

Foto San Daniele

Ringrazio il Giudice internazionale Stefano Milillo per aver voluto e collaborato intensamente alla realizzazione di questa mostra e Gianmaria Conte, Massimo Morandin, Antonio Camani (consiglieri FIO) e Ivan Diego (Presidente FIO) per la intensa collaborazione e presenza costante.

Orchids & Wine le tre edizioni 2011-2013-2015

Edizione 2015

Di meglio in meglio. Non c’è verso di non stupirsi ogni anno una meraviglia, la mostra organizzata dall’ATO (Associazione Trentino Orchidee) assume sempre più un carattere internazionale. Un grande lavoro coreografico e un gruppo di appassionati collezionisti di orchidee con piante di grande qualità e coltivate alla perfezione che raramente si vedono nelle mostre. una mostra da non perdere mai.

Edizione 2013

Mezzacorona Trento 24-25-26 maggio 2013
Una Mostra che assume sempre più un carattere internazionale.
Anche quest’anno l’ATO l’associazione organizzatrice della mostra ha dato il massimo. Un lavoro immenso per realizzare una coreografia artistica con scene e figurazioni che riportano
al modo sudamericano degli Azetechi o dei più antichi Maya. Sulle rovine di un tempio cresce un albero gigantesco attorniato da liane ed un enorme serpente. Una figurazione affascinante che lascia a bocca aperta il visitatore. Grande la quantità di piante con rari ed importanti esemplari di straordinaria bellezza.

Nella consolidata mitologia azteca, la leggenda vuole che i mexicas fossero partiti da Aztechi per giungere dopo una lunga peregrinazione nel lago Texcoco.
Essa era circondata da vulcani e vi si stabilirono conquistando fermamente tutti gli altri popoli dell’America centrale.
Fu l’ultima tribù arrivata lì di sette nahuatlacas (di lingua nahuatl). Il loro dio aveva predetto che un giorno essi avrebbero visto un’aquila sopra un cactus con un serpente nel becco e in quel punto avrebbero fondato la loro città.
Così avvenne e, dopo molti anni, i mexicas gettarono le fondamenta della loro capitale, Tenochtitlàn, su un isolotto nel lago Texcoco. Oggi il lago è ormai prosciugato da anni, Tenochtitlàn è diventata Città del Messico ma l’aquila della profezia è rimasta al centro della bandiera messicana. Leggenda a parte, i mexica arrivarono realmente ultimi alla ricerca di un posto più accogliente dell’arido nord messicano. Poveri e non bene accetti da parte degli abitanti, riuscirono comunque a stabilirsi accettando ed assimilando la loro cultura, al punto che per loro il termine Toltecayotl divenne sinonimo di cultura.
Nel 1325 fondarono Tenochtitlàn e riuscirono a svilupparsi seppur sotto il dominio di Azcapotzalco, che servivano come mercenari. Assunsero così un’impronta militare che li portò a sopraffare Azcapotzalco e a sottomettere progressivamente diverse tribù, in un crescendo che vide la nascita
del più grande impero che fosse mai esistito nel centroamerica”.

Edizione 2011
Arrivati alla mostra  Orchids & Wine non ci aspettavamo un sorpresa così, un’evento così riuscito e con una scenografia di profilo internazionale così elevata. Ma non basta la scenografia, anche la qualità e la varietà delle piante esposte è stata all’altezza di un’evento straordinario.
Le foto anche in questo caso riportano solo in piccolissima parte la grandiosità di questa manifestazione. Una manifestazione che ha dato lustro all’orchidologia italiana Un complimento va quindi a tutto il gruppo dell’Associazione Trentino Orchidee, che ha permesso tutto questo.